Progetto

La misofonia è una forma grave e particolare di ridotta tolleranza al suono e disagio nelle orecchie o negli earache, associato all'esposizione al suono. Il termine "Misophonia" è apparso per la prima volta nel 2001, in un articolo scientifico dei neuroscienziati Margaret M. Jastreboff e Pawel J. Jastreboff. In questo articolo distinsero la Misofonia dalla fonofobia, un noto disturbo sonoro con origine psicologica. A differenza della fonofobia, la misofonia sembra essere un disturbo a livello neurologico. Al momento, ricerche e studi sulla Misofonia hanno raggiunto obiettivi non definitivi ma importanti. Nel 2017, uno studio sperimentale condotto dall'Institute of Neuroscience dell'Università di Newcastle e guidato da Sukhbinder Kumar (che è membro dello staff del presente progetto), ha rivelato una differenza fisica nel lobo frontale tra gli emisferi cerebrali delle persone con Misofonia, con una maggiore mielinzione nella materia grigia della corteccia prefrontale ventromediale. La misofonia fa sì che bambini, adulti e anziani che ne sono colpiti, si comportino in modo da evitare di entrare in ambienti più rumorosi e di lavorare e interagire socialmente.

Il Misophonia@School progetto svolgerà attività di studio e implementazione volte a produrre i seguenti quattro output intellettuali:-
– IO1: Misophonia Mobile Application.
— IO2: Misophonia E-learning Course.
— IO3: Manuale di Misofonia.
— IO4: Misophonia Web Resource Centre.

Tutti Misophonia@School prodotti saranno progressivamente disponibili su questo sito web in 9 lingue: inglese, italiano, spagnolo, polonia, turco, tedesco, sloveno, greco e islandese.